“Pacatamente irriverente” (un lettore)

“Una ragazza assieme bella e completamente incapace di essere provocante” (un amico)

“Ti amo di un amore possessivo e violento” (un fidanzato)

“Non capisco se sei scema o ti droghi” (la prof. di italiano del liceo)

“Vieni su Skype, necessito di un consiglio da una donna di classe” (un’amica)

“Radiosa e splendente” (un ammiratore)

“Sei sufficientemente matta per entrare a far parte del nostro gruppo” (il Dipartimento di Geomatica de La Sapienza)

“Non so che farei senza di te” (persone diverse, in occasioni diverse)

“Incredibile! Ha inventato la quadratura del triangolo” (il prof. di analisi)

“Ho bisogno di una spalla su cui piangere, e le tue sono così larghe, come quelle di un camionista” (un altro amico)

“L’unica che ha davvero capito qualcosa della vita” (un’altra amica)